“Wonder” è un film che volevo vedere dalla prima volta in cui vidi il trailer al cinema. Io sono una con la lacrima facile – a volte mi emozionano anche le pubblicità – e quindi ero pronta a piangere guardando questa pellicola, ma non credevo potessi continuare a piangere dal primo minuto del film. Giuro, le lacrime scendevano senza che me ne accorgessi.

Una meraviglia di film con uno stupendo Jacob Trembley e due fantastici Julia Roberts & Owen Wilson.

Se volete sapere cosa mi ha colpito della trasposizione cinematografica dell’omonimo romanzo di R. J. Palacio, continuate a leggere!

Titolo originale: Wonder

Titolo italiano: Wonder

Regia di: Stephen Chbosky

Distribuzione: 01 Distribution

Uscita italiana: 21 dicembre 2017

Cast: Jacob Tremblay, Julia Roberts, Owen Wilson.

Trama: Auggie Pullman ha dieci anni, gioca alla playstation e adora Halloween. Perché è l’unico giorno dell’anno in cui si sente normale. Affetto dalla nascita da una grave anomalia cranio-facciale, Auggie ha subito ventisette interventi e nasconde il suo segreto sotto un casco da cosmonauta. Educato dalla madre e protetto dalla sua famiglia, Auggie non è mai andato a scuola per evitare un confronto troppo doloroso con gli altri. Ma è tempo per lui di affrontare il mondo e gli sguardi sconcertati o sorpresi di allievi e professori. Gli inizi non sono facili, inutile mentirsi e Auggie fa i conti con la cattiveria dei compagni. Arrabbiato e infelice, il ragazzino fatica a integrarsi fino a quando un’amicizia si profila all’orizzonte. Un amore altro rispetto a quello materno. Tra bulli odiosi e amici veri, Auggie trova il suo posto e si merita un’ovazione. (fonte)

Dopo le info di rito sul film, partiamo dal trailer… così inizierete già a piangere! :’)

Il bambino prodigio del cinema contemporaneo è tornato… e, sono sicura che, diventerà un ottimo attore! Jacob Trembley non è stato nominato agli Oscar 2016 perchè troppo piccolo, ma avrebbe potuto gareggiare benissimo con attori più navigati grazie alla sua interpretazione in “Room” (che invece ha dato l’Oscar alla sua “mamma” nel film, Bree Larson).

Arrivato all’età di quasi 12 anni questo giovane e promettente attore ha portato sul grande schermo il protagonista di “Wonder” – romanzo best seller dell’autore R. J. Palacio – un bambino di 10 anni nato con una malformazione cranio-facciale, che decide di iniziare a frequentare la scuola (fino a quel momento aveva studiato a casa, aiutato dalla madre) perchè ormai è “arrivato il momento”.
Viene iscritto alla Beecher Prep School e, prima di iniziare le lezioni, visita l’edificio con l’aiuto di tre coetanei, Julian, Jack e Charlotte, i quali cercano di non essere curiosi, ma finiscono con fargli domande sulla “sua faccia”.

So di non essere un bambino normale. Ho subito 27 operazioni. Mi sono servite per respirare, per vedere, per sentire senza un apparecchio, ma nessuna di loro mi ha dato un aspetto normale.

Il primo giorno di scuola Auggie si presenta indossando un casco da astronauta, ma i genitori lo convincono a toglierlo prima di entrare nell’edificio scolastico… appena trova la forza di toglierlo, tutti iniziano a guardarlo. Come se fosse strano, come se fosse diverso: ma lui non è ne strano ne diverso, è un bambino come tutti gli altri che ama la scienza solamente con un viso diverso. Non abbiamo forse uno un diverso viso rispetto all’altro?
Eppure i bambini sanno essere cattivi e così il nostro protagonista si ritroverà a dover “combattere” per essere accettato, sfidando il bullo della scuola, finchè troverà un vero amico e una vera amica.

Se ti fissano, lasciali fissare. Se sei nato per emergere non puoi passare inosservato.

Ho amato ogni singolo fotogramma di questa pellicola. Come ho detto ad inizio post ho pianto per tutta la durata del film, ma non perchè fosse triste, ma per la forza d’animo del bambino e per la bellezza dei sentimenti che provano i suoi genitori e la sorella maggiore per lui.

Oltre alla storia di Auggie assistiamo anche alla vita della sorella Olivia che si ritrova sola dopo che la migliore amica ha deciso, senza nessun valido motivo, di non essergli più amica e alla scoperta del suo amore per un ragazzo che frequenta il suo stesso corso di recitazione.

Viviamo anche la vita dei genitori di Auggie, Isabel e Nate, che tutti i giorni cercano di trasmettere al proprio figlio la bellezza della vita e di fargli capire che lui è speciale, come lo è ogni bambino. L’insegnamento che, questo film, può dare sia a grandi che a piccini è che la diversità sta negli occhi di chi guarda perchè in realtà siamo tutti uguali.

Un film bellissimo che consiglio a tutti di guardare perchè ne vale davvero la pena. Sicuramente lo acquisterò in dvd appena uscirà 🙂 e voi l’avete visto? Cosa ne pensate?

xoxo,

Gina.

Rate this post