“Universi sconosciuti”, Angela Contini – recensione.

Se mi seguite da tempo saprete che questa autrice è una mia amica, ma prima di esserlo era una delle mie autrici italiane preferite. Ho sempre parlato dei suoi romanzi – se vi siete perse le mie recensioni, potete recuperare cliccando qui – editi Newton Compton Editori, tutti appartenenti al genere romance, ma con questo romanzo sonda un diverso terreno letterario e lo fa, come ogni volta, con classe.

“Universi sconosciuti” è il primo romanzo della Hunted Series di Angela Contini, disponibile in eBook in tutti gli store online dallo scorso 18 settembre 2018.

Se volete saperne di più su questo romanzo sci-fi, continuate a leggere!

Titolo: Universi sconosciuti

Serie: Hunted Series #1

Autore: Angela Contini

Pagine: 256

Edizione: Newton Compton Editori

ISBN: 9788822724809

Prezzo: € 1,99 (eBook)

Genere: Sci-fi / urban fantasy

Voto: 5/5

Trama: Abby Allen si definisce “un’edizione limitata”, non per esemplare bellezza, ma per una serie di qualità che la rendono un tipo curioso e un po’ fuori dal comune. Diciotto anni, logorroica e con la sorprendente capacità di creare situazioni imbarazzanti, Abby ha una fissa per Superman e spera di incontrare un ragazzo che, pur senza superpoteri, gli assomigli almeno un po’, per integrità ed eroismo. Il destino sembra accontentarla e quando incontra Kevan, la sua vita prende improvvisamente una strana piega, dando inizio a una girandola di eventi che un passo alla volta, riveleranno il segreto che è sepolto nel suo passato. In una realtà dove nessuno è ciò che sembra, si sta compiendo una guerra aliena in cui si muovono personaggi intriganti e complessi. Le loro storie si intrecceranno irrimediabilmente le une alle altre, costringendo Abby a subire agghiaccianti rivelazioni su se stessa. Saranno Kevan e un gruppo di ragazzi dotati di poteri straordinari ad accompagnarla in questa avventura, e mentre scende a compromessi con il suo nuovo io, sarà l’amore che prova per Kevan a tenerla saldamente ancorata alla realtà. E allo stesso tempo, la costringerà a prendere decisioni che la allontaneranno sempre di più dal suo supereroe.

Per prima cosa, non lasciatevi fuorviare dalla copertina; è molto bella, ma non ha nulla a che fare con la trama.

“Universi sconosciuti”, come suggerisce il titolo, è una storia urban fantasy a tinte sci-fi che ci porta in un mondo che potrebbe essere contemporaneo, se non fosse per la presenza di… alieni. Gli alieni creati da Angela Contini sono molto umani, non solo nell’aspetto ma anche nel carattere e nell’introspezione psicologica.

Abby Allen è una ragazza nerd, goffa, un po’ con la testa tra le nuvole, che sogna di trovare il suo supereroe, simile all’amato Superman. Vive in Kansas con i genitori e la sorella maggiore e frequenta il liceo. La sua vita è normale, tra alti e bassi dell’età, e non sa che “normale” non è proprio l’aggettivo adatto per definire lei e il suo futuro.

A scuola, un giorno, arrivano due ragazzi, Kevan e Dakota, che sembrano usciti da un telefilm: sono belli, interessanti, e pare stiano insieme. Ciò, però, non vieta alla nostra protagonista di sentirsi attratta dal sexy Kevan.

Dovrei essere preparata a quello che mi trovo davanti. Insomma, una a un certo punto dovrebbe farci l’abitudine, invece è come se lo vedessi sempre per la prima volta. Un colpo di fulmine continuo, perpetuo e infinito. Solletica i miei sensi in una maniera che a volte mi spaventa. Sento il sangue rimescolarsi nelle vene e non è un eufemismo: avverto davvero la strana sensazione che qualcosa mi ribollisca dentro.

In realtà i nuovi arrivati nascondono un segreto: sono alieni, mandati in missione dalla loro Confederazione per scovare gli esseri ibridi (cioè metà umani e metà alieni) e ucciderli per salvaguardare la loro razza. Quando Kevan e sopratutto Dakota inizieranno ad avere dei sospetti su Abby, escogiteranno qualsiasi mezzo per avvicinarsi alla nostra protagonista… fino alla scoperta della verità.

Ho soffocato per troppo tempo la curiosità per il mistero che è Abby. Devo sapere. Voglio scoprirlo. Voglio sapere ogni cosa di lei. Sento che è diventata un’esigenza vitale. Nonostante tutto, non riesco a sentirla diversa, non riesco a vederla come una nemica. Non lo è.

Abby, Kevan e Dakota – i quali ci narrano la vicenda in un triplo POV – si ritroveranno al centro di una faida tra i due mondi di cui fanno parte. Il nostro Kevan, il quale ha un io rivoluzionario, apprende che ciò che gli è stato insegnato fin da piccolo, è una menzogna: si ritroverà a combattere contro chi vuole sterminare degli innocenti, solo perchè sono diversi. Dakota, dopo un iniziale tentennamento, non potrà che non seguire l’esempio del suo amico, e Abby? Il suo mondo le crollerà addosso dopo aver scoperto la verità sulla sua nascita, ma ciò non la distruggerà, anzi la renderà più forte.

Ero a un ballo con indosso un vestito smesso di mia sorella e le mie comode Converse, quando, come Alice nel Paese delle Meraviglie, sono caduta in un buco per svegliarmi qui, dove niente sembra avere un senso…

Un romanzo fresco, ironico e accattivante; la parte fantasy è ben intrecciata a quella romance (nonostante Angy mi abbia fatta patire fino alla fine!) e ho adorato assolutamente i dialoghi, non banali, ma originali e ho adorato moltissimo le citazioni e i rimandi a svariati film e telefilm. Le descrizioni sono accurate, le ambientazioni anche, e ci trasportano con semplice velocità accanto ai protagonisti. I personaggi secondari hanno un ruolo importante e spero di poter leggere nel secondo romanzo (ebbene sì, ci saranno altri romanzi!) qualcosa in più su Jay (che già amo!), Samuel, Lexion e Rhio.

Concludendo: un altro romanzo di Angela che ho apprezzato e amato. Ovviamente non vedo l’ora di poter leggere i prossimi romanzi di questa serie, e tutto ciò che lei creerà su carta.

xoxo,

Gina.

2 Replies to ““Universi sconosciuti”, Angela Contini – recensione.”

  1. Angela Contini dice:

    Grazie come sempre per la tua stima ❤

I commenti sono stati chiusi.