“Un intero attimo di beatitudine” di C. H. Parenti – recensione.

Anche con questo pseudonimo non mi inganna!
Chiara Parenti è tornata: nuova CE, nuovo pseudonimo, nuovo genere, stessa penna formidabile!

In questo romanzo young adult, Chiara ci prende per mano e ci porta in un paesino in provincia di Siena, fuori da un liceo in mezzo ad un gruppo di diciottenni che pensano solo a divertirsi: una su tutte, Arianna.

Ma Arianna non si rende conto che la sua spavalderia e strafottenza è solo una maschera, una finzione che verrà sbriciolata da un dolce ragazzo di nome Daniel

Per saperne di più, continuate a leggere!

Titolo: Un intero attimo di beatitudine

Autore: C. H. Parenti

Pagine: 383

Edizione: Dea Planeta

ISBN: 9788851169343

Prezzo: € 7,99 (eBook) – € 16,00

Genere: Romanzo YA

Voto: 5/5

Trama: Arianna Brandi non è certo una ragazza che passa inosservata: capelli rossi come il fuoco e occhi pieni di rabbia. La rabbia di chi ha già perso tutte le cose che contano davvero: la famiglia, l’innocenza, la voglia di credere nel futuro. Infatti, da quando il padre se n’è andato, sparito nel nulla senza lasciare traccia, la vita di Arianna non è stata più la stessa. Qualcosa si è spezzato, e lei ha cercato rifugio nelle compagnie sbagliate, tra alcol, feste e notti infinite. Le cose cambiano il giorno in cui Arianna viene bocciata e la madre la costringe a lavorare nel bar di un piccolo paese alle porte di Siena. Per Arianna quello è l’inferno, l’estate peggiore che possa immaginare. Almeno fino al momento in cui incontra Daniel. Lui è tutto ciò che Arianna non è: timido, riservato, serio. Se ne sta seduto in un angolo del bar con una vecchia macchina fotografica tra le mani, sempre solo. Tra i due l’amore scoppia come una scintilla inaspettata, sorprendente. Lui la trascina nel suo universo misterioso, lei trova il modo di ricucire i pezzi della propria vita. Daniel sembra essersi materializzato dal nulla per salvarla, per portarla via sul suo cavallo bianco come un cavaliere dall’armatura scintillante. Eppure Arianna non sa che il ragazzo che le ha rubato il cuore nasconde un segreto. E che, forse, sarà lei a salvare lui. Una storia romantica sull’amore e sulle seconde possibilità. Quelle che la vita ci regala, sempre e comunque.

Arianna Brandi ha 18 anni, capelli di fuoco e un casino nella testa. Potrebbe essere definita una bad girl: in questo romanzo è la ragazza a essere problematica e Arianna lo è, eccome se lo è!
Non ha interesse verso niente e nessuno, va a letto con diversi ragazzi, partecipa alle scorribande del suo gruppo di semi-teppisti e ha un brutto rapporto con la madre. Il proprio padre le ha lasciate anni prima e da quel giorno lei non ha più notizie di lui, per questo motivo incolpa sua madre.

Mordo, ma alla fine è solo me che ferisco.

Quando verrà bocciata a scuola, la madre deciderà di dare un taglio alla libertà della figlia: la costringerà a lavorare in un piccolo bar durante le vacanze estive. Per Arianna ovviamente sarà una punizione, sa già che passerà l’estate peggiore della sua vita.

Non sa, invece, che si sta sbagliando di grosso! Un ragazzo, ogni giorno seduto in un angolo del bar, l’ammira mentre lavora, scattandole delle foto e dandole il nomignolo Testa rossa.

Arianna inizialmente trova la cosa curiosa, ma successivamente si sente in imbarazzo (per la prima volta nella sua vita con un ragazzo) e allora decide di affrontarlo. Lui è Daniel, un dolce e bellissimo diciottenne che non lascia mai la sua macchina fotografica ed è in grado di immortalare il bello della vita. Con la sua empatia e delicatezza, Daniel riuscirà a entrare immediatamente nel cuore della nostra protagonista e a distruggere la cortina di ferro dalla quale Arianna si era fatta circondare.

Il modo in cui mi scruta mi fa battere forte il cuore, perché lui stranamente non mi guarda come se volesse spogliarmi, ma come se ci fosse davvero qualcosa di bello da vedere in me.

Daniel sembra essere apparso dal nulla, come se fosse un cavaliere pronto a salvarla… ma Arianna non sa che quello che lui le sta regalando è davvero “un intero attimo di beatitudine”, perché il segreto che lui nasconde potrebbe avere la durata di un attimo. Eppure aiuterà Arianna a riprendere in mano la sua vita, a scoprire la verità sul padre e a riallacciare i rapporti con persone del passato a lei care.

La bellezza è qualcosa per cui vale la pena di vivere.
Nei momenti in cui ce la troviamo davanti e la ammiriamo in tutta la sua purezza, tutto, anche il tempo, si ferma.
Così all’improvviso, dentro di noi, diciamo sì alla vita.
È questo il famoso “attimo di beatitudine”.

Daniel salverà Arianna, ma anche Arianna riuscirà a salvare lui – il suo Cuore Matto – e a dargli una speranza per il futuro.

Un romanzo scorrevole – narrato inizialmente con il punto di vista di Arianna e solo negli ultimi capitoli con quello di Daniel – mi ha cullato il cuore con questa bella storia di amore, speranza e fiducia… nonostante ci sia stato anche un colpo di scena che mi ha spezzato il cuore.

Della stessa autrice avevo letto solo “Per lanciarsi dalle stelle” (trovate la mia recensione qui) e mi sono innamorata della sua penna. Chiara è in grado di rendere pura poesia una storia di rivincita e dolore, le sue protagoniste vogliono trovare la forza di redimersi e migliorare il proprio futuro.

Cercava il mio amore e sì, l’ha trovato. Incapace di articolare anche una sola parola, dopo quelle che ha detto lui, mi getto di nuovo tra le sue braccia dove la paura si placa perché per un momento almeno, in questo istante, siamo ancora qui. Insieme. Appoggio l’orecchio sul suo petto e mi metto in ascolto del suo cuore che mi parla.

Finita la lettura di questo romanzo ho dovuto elaborare il tutto, ma a mentre fresca posso confermare che anche questa storia è poesia: vi abbraccia, vi stringe forte, vi segna.

Testa Rossa e Cuore Matto diventeranno indimenticabili.

Assolutamente consigliato!

xoxo,

Gina.

Rate this post