I miei ultimi acquisti libreschi! #bookhaul

Quando andavo a scuola ero una brava lettrice… nel senso che compravo un libro, lo leggevo e poi ne acquistavo un’altro, lo leggevo, e così via.

Adesso sono una cattiva lettrice in quanto compro libri che non leggo immediatamente perchè ne ho altri che sono in attesa di esser letti, quindi cosa faccio? Ne compro ancora!

L’ultimo danno libresco fatto è fresco fresco: ho acquistato da Libraccio.it 4 romanzi che ho scoperto da poco tempo, ma che dovevo assolutamente avere! Più un libro da Amazon… come sono stata brava, solo uno!

Volete sapere quali sono?

Continuate a leggere 😉

Il romanzo acquistato solo soletto su Amazon è stato “Il ritorno” di Diana Gabaldon, terzo romanzo della serie meravigliosa “Outlander”. Io amo alla follia la serie tv, ve ne avevo parlato anche qui sul blog.

Ho acquistato la versione TEA, e continuerò ad comprarli con questa copertina, mentre la Corbaccio ha creato la ristampa con il poster della serie tv (qui).

In Italia è stato pubblicato come terzo romanzo, ma in realtà è la seconda parte del secondo capitolo “Dragonfly in Amber”.

Trama: Nell’«Amuleto d’ambra» Claire Randall, viaggiatrice nel tempo e nello spazio, aveva incominciato a spiegare una difficile verità alla figlia Brianna: negli anni in cui era ufficialmente data per dispersa, fra il 1945 e il 1946, era in realtà precipitata, attraverso il magico cerchio di pietre di Craigh na Dun, nella Scozia del Settecento, dove si era innamorata follemente del nobile giacobita James Fraser. Con lui aveva viaggiato fino alla corte di Versailles per tentare di bloccare un’insurrezione scozzese sostenuta dalla Francia, ben sapendo che si sarebbe conclusa nella terribile carneficina di Culloden. Braccati dagli inglesi che ritenevano James Fraser uno dei principali sobillatori e guardati con crescente sospetto dagli scozzesi, a causa del loro ovvio scetticismo circa l’esito della ribellione, Jamie e Claire consumano la loro ardente e avventurosa storia d’amore fra campi di battaglia e manieri cupi e misteriosi, consapevoli che Claire si sarebbe ben presto trovata davanti a una scelta difficile: seguire fino in fondo il suo uomo perdendosi definitivamente nel passato, o tornare a un presente che ormai non le appartiene più, con la sola speranza di portare con sé una traccia di Jamie?

Primo romanzo dell’ordine Libraccio è stato “L’Usignolo” di Kristin Hannah, L’ho trovato usato (e quasi pari al nuovo!) con copertina rigida, edito Mondadori. L’ho pagato € 10,53.

Questo romanzo l’ho scoperto grazie ad Ilaria Rodella, la quale aveva anche intervistato l’autrice, e ne aveva talmente parlato bene che mi sono decisa a leggerlo. Avendo amato “Il cavaliere d’inverno” di Paullina Simons, credo che amerò anche questo perchè ne segue la falsa riga.

Trama: Nel tranquillo paesino di Carriveau, Vianne Mauriac saluta il marito Antoine che si sta dirigendo al fronte. Non credeva che i nazisti avrebbero attaccato la Francia, ma di punto in bianco si ritrova circondata da soldati tedeschi, carri armati, aerei che scaricano bombe su innocenti. Ora che il Paese è stato invaso, Vianne è obbligata a ospitare il nemico in casa sua: da quel momento ogni suo movimento è tenuto d’occhio, lei e sua figlia sono in costante pericolo. Senza più cibo né denaro, in una situazione di crescente paura, si troverà costretta a prendere, una dopo l’altra, decisioni difficilissime. Isabelle, la sorella di Vianne, è una diciottenne ribelle in cerca di un obiettivo su cui lanciarsi con tutta l’incoscienza della giovinezza. Mentre lascia Parigi insieme a migliaia di persone, incontra il misterioso Gaetan, un partigiano convinto che i francesi possano e debbano combattere i nazisti. Rapita dalle idee e dal fascino del ragazzo, Isabelle si unirà alla Resistenza senza mai guardarsi indietro, non considerando i rischi gravissimi a cui andrà incontro. “L’usignolo” racconta di due sorelle distanti per età, esperienze e ideali, ognuna alle prese con la propria battaglia per la sopravvivenza ma entrambe alla ricerca fiduciosa dell’amore e della libertà. Una storia toccante, dolorosa, e coinvolgente che celebra la resilienza dell’animo umano e la straordinaria forza delle donne.

Anche questo secondo romanzo l’ho conosciuto grazia ad Ilaria. Uscito da poco più di un mese in Italia, ha una copertina fantastica e dalla trama sembra essere qualcosa che io non ho mai affrontato, ma che mi ispira un sacco. Anche questo l’ho acquistato usato al prezzo di € 9,07 ed è assolutamente nuovo! Edito dalla casa Editrice NORD, pare sia il primo libro di una trilogia ed ha come autrice un’italo-americana: “MAD – nessun limite” di Chloe Esposito.

Trama: Alvina Knightly non è una donna come le altre. È nata col cuore a destra, nel posto sbagliato. È per questo che tutto, nella sua vita, è andato storto? Forse. Ma ora il destino le ha offerto l’occasione di prendere il posto della sua gemella, Elizabeth. La sorella che ha il cuore al posto giusto. Che è sposata con un uomo affascinante e ha un bellissimo bambino. Che è buona, ricca, altruista. Perfetta. 
Ma prendere il suo posto significa entrare completamente nella sua vita. Significa che Elizabeth non ci deve essere più… Significa che deve morire.
Per vivere l’esistenza che ha sempre desiderato, per vendicarsi di tutto il male che ha subito, Alvina è disposta a uccidere. Ma sbarazzarsi della sorella è soltanto il primo passo. Il secondo è mantenere il segreto. Ed è molto, molto più difficile… 

Questo terzo romanzo che arriva sempre da Libraccio, usato e pagato € 8,04, l’ho scoperto girovagano per Facebook. Pare abbia mandato in menata le lettrici e quindi potevo evitare un sano pianto? No e quindi eccolo qui! Si intitola “La mia ultima estate” di Anne Freytag ed è pubblicato da Leggereditore (stessa CE che pubblica i romanzi della fantastica CoHo!).

Trama: Tessa, diciassette anni, ha atteso a lungo il ragazzo perfetto, il momento perfetto, il bacio perfetto. Pensava di avere ancora molto tempo davanti a sé, prima di scoprire che a causa di un difetto cardiaco le restano poche settimane di vita. Stordita, arrabbiata, disperata, aspetta di morire chiusa nella sua stanza. È un’attesa amara, la sua, perché sa di non aver vissuto a pieno. Pensa a se stessa come a una “ragazza soprammobile’,’ che morirà “vergine e senza patente”. Fino a quando non incontra Oskar e tutto sembra di nuovo possibile. Nonostante Tessa cerchi di allontanarlo, convinta che una relazione sarebbe insensata ed egoistica, lui non le lascia scampo. Oskar sa vedere dietro le apparenze, non ha paura e vuole rimanerle accanto. Pur di sorprenderla, di vedere i suoi occhi brillare per l’emozione, organizza un piano per farle vivere un’ultima estate perfetta. Un viaggio in Italia a bordo della sua Volvo sgangherata per ammirare i tesori di Firenze, sedersi sulla scalinata di Piazza di Spagna, mangiare una pizza a Napoli. Un’ultima estate in cui il tempo non ha importanza e ciò che conta sono solo i sentimenti.

Ultimo romanzo, ma non per importanza, l’ho scoperto grazie. alla mia collega blogger Pina su www.ilariarodella.com. Anche lui usato – al prezzo di € 9,50 – è “Il giorno che aspettiamo” di Jill Santopolo è edito NORD. Ha una copertina ispirata al ponte di Brooklyn perchè è ambientato a New York e si apre con la giornata dell’11 settembre 2001.

Trama: Una luminosa mattina di fine estate, un ragazzo e una ragazza s’incontrano all’università, a New York, e s’innamorano. Sembra l’inizio di una storia come tante, ma quel giorno è l’11 settembre 2001 e, mentre la città viene avvolta da un sudario di polvere e detriti, Gabe e Lucy si baciano e si scambiano una promessa. E due vite si fondono in un unico destino.
Tredici anni dopo, Lucy è a un bivio. E sente la necessità di ripercorrere con Gabe le tappe fondamentali della loro relazione, segnata da scelte che li hanno condotti lungo strade diverse, lungo vite diverse. Scelte che tuttavia non hanno mai reciso il legame profondo che li ha uniti per tutti quegli anni. Così Lucy gli parla dei loro primi mesi insieme. Del loro amore intenso, passionale, unico. In una parola: puro. E poi di come Gabe avesse infranto quella purezza, decidendo di partire, di andarsene da New York per accettare l’incarico di fotografo di guerra in Iraq. Perché lui sentiva di doverlo fare, perché ciò che accadeva nel mondo era più importante di loro. Una scelta che aveva aperto nel cuore di Lucy una ferita che lei pensava non sarebbe guarita mai. E che, invece, era stata curata da Darren, l’uomo che lei avrebbe scelto di sposare. Eppure quella ferita si riapriva ogni volta che Lucy riceveva una mail o una telefonata da Gabe, e ogni singola volta che lo aveva rivisto nel corso degli anni. Poi era arrivata quella volta, era arrivato quel giorno…
Lucy custodisce un ultimo segreto, ed è giunto il momento di rivelarlo a Gabe. Sono state tutte le loro scelte a condurli fin lì. Adesso un’altra, ultima scelta deciderà il loro futuro.

Adesso la vera domanda è: quale libro leggerò per primo?

Voi li avete letti? Quale vi è piaciuto di più?

Al prossimo bookhaul!

xoxo,

Gina.

Rate this post
Precedente Tre semplici e veloci scrub fai-da-te per il viso. #beauty Successivo "L'amore non è mai una cosa semplice", Anna Premoli - recensione.