Crea sito

“Tentare di non amarti” e “C’è qualcosa nei tuoi occhi”, Amabile Giusti – recensione.

Non so come possa essere successo. Ma è successo.
Ho scoperto Amabile Giusti navigando su Facebook e molte mie amiche autrici me l’hanno sempre consigliata, ma io ho sempre atteso che arrivasse il suo momento. Non capita anche a voi di attendere quell’istante, quando decidete la vostra prossima lettura, che vi suggerisca di leggere proprio quel romanzo, proprio quell’autore? Il momento di leggere Amabile è arrivato qualche settimana fa e, come accade spesso, mi sono pentita di non aver letto prima questa meravigliosa scrittrice.

“Tentare di non amarti” mi ha conquistata.
“C’è qualcosa nei tuoi occhi” pure.
La scrittura di Amabile Giusti, anche.

Continuate a leggere per sapere cosa ne penso!

Titolo: Tentare di non amarti

Autore: Amabile Giusti

Pagine: 340

Edizione: Amazon Publishing

ISBN: 978-1503952515

Prezzo: € 3,99 (eBook) – € 9,99 (cartaceo)

Genere: New adult, romanzo contemporaneo

Voto: 5/5

Trama: Penelope ha ventidue anni ed è una ragazza romantica e coraggiosa con una ciocca di capelli rosa e le unghie decorate con disegni bizzarri. Orfana, vive con la nonna malata nella misera periferia di una città americana, e ha rinunciato al college per starle vicina. Di notte prepara cocktail in un locale e di giorno lavora in biblioteca. Aspetta l’amore da sempre, quello con la A maiuscola. Un giorno Marcus, il nuovo vicino, entra nella vita di Penny come un ciclone. È tutt’altro che l’eroe sognato: ha venticinque anni, è rude, coperto di tatuaggi, ha gli occhi grigio ghiaccio e un piglio minaccioso. È in libertà vigilata e fa il buttafuori in un club. Tra i due nasce subito ostilità e sospetto ma, conoscendosi meglio, scopriranno di avere entrambi un passato doloroso e violento, ricordi da cancellare e segreti da nascondere.

Non avevo alte aspettative su questo romance, nonostante la fama di Amabile Giusti la preceda, e… ovviamente mi sbagliavo!

Ho letto “Tentare di non amarti” in ogni momento libero della mia giornata e la sera divoravo famelica ogni pagina, finché guardavo l’orologio sul mio comodino ed era l’una del mattino… porcawacca, io devo svegliarmi alle 7.30 per andare al lavoro!

Penelope ha 22 anni e vive in un appartamento presso uno stabile fatiscente, con la nonna anziana. Ha lasciato il college per prendersi cura di quest’ultima, per questo lavora di giorno in una biblioteca mentre di sera come barista in un locale non molto lontano da casa, ma ogni notte ha paura durante il tragitto.
Un ragazzo che ha conosciuto al locale e con cui ha avuto una breve relazione, è ossessionato da lei e arriva quasi a minacciarla verbalmente; Penny ha paura che possa arrivare anche a farlo fisicamente, ma non può rinunciare al suo lavoro quindi, ogni sera, esce di casa sperando di ritornarci sana e salva.

Marcus, venticinquenne dal fare e dagli occhi di ghiaccio, è appena uscito di galera, è stato libearto “sulla parola”: questo vuol dire che dovrà comportarsi bene, altrimenti tornerebbe immediatamente al fresco. Con la sua fidanzata storica ha ucciso un uomo, il quale aveva tentato di fare del male proprio a lei; Francisca, infatti, si trova anch’essa in carcere ma al contrario di Marcus deve scontare la sua pena per intero. Marcus vive attendendo il giorno in cui Fran uscirà per lasciare la città, e lo fa con apatia lavorando per mantenersi come buttafuori in una discoteca.

Penny & Marcus si scontreranno tra le scale buie del palazzo in cui entrambi vivono: lui si è trasferito all’ultimo piano. La nostra protagonista, inizialmente, crede di esser stata seguita dal suo stalker, ma si accorgerà che il ragazzone tatuato e sexy in modo imbarazzante è il suo vicino di casa… i due inizieranno così una strana amicizia, prima sospettosa, ma dopo molto dolce e inattesa, e la loro vicinanza aumenterà quando lei chiederà proprio a Marcus di farle da guardia del corpo ogni notte di ritorno dal lavoro. Penny gli offrirà del denaro e lui accetterà inizialmente senza troppo scrupoli.

I due non potrebbero che essere più diversi: Penny è una sognatrice, ma è anche testarda, non è sexy come Francisca – quest’ultima viene definita simile all’attrice Jessica Alba – ha i capelli con ciocche colorate di rosa e le unghie dipinte con strani disegni; Marcus è massiccio, pieno di tatuaggi, stronzo e con la lingua tagliente… eppure i due sentono una strana attrazione che fa dimenticare tutto, anche l’amore che Marcus crede di provare per la sua ragazza in carcere. Penny comprenderà di essersi innamorata di lui, ma tenterà di non amarlo con tutte le sue forze… eppure, l’attrazione è forte e i due non riusciranno a resistere, fino al ritorno di Francisca e alla decisione di Penny di lasciare libero il ragazzo che ama.

Ho adorato ogni parola, ogni frase, ogni scena di questo romanzo. La storia raccontata è un new adult, non ambientato al college, che ti attrae come i suoi personaggi. Marcus e Penny sono complessi, carismatici, ti entrano nel cuore irruenti come un tornado. La storia storia d’amore nasce in un contesto e in un momento sbagliato, ma non potrebbe essere più giusta. Non ho trovato nessun cliché del genere durante la lettura e, per chi ama i bad boy o semplicemente l’amore, non può lasciarsi scappare questo romanzo!

Penny, devi smetterla di costringermi a pensarti in ogni instante. Devi smetterla. Non posso continuare così, non posso: qualsiasi cosa tu stia facendo alla mia vita, smetti di farla o sono fottuto.

Titolo: C’è qualcosa nei tuoi occhi

Autore: Amabile Giusti

Pagine: 334

Edizione: Amazon Publishing

ISBN: 978-1503937895

Prezzo: € 3,99 (eBook) – € 9,99 (cartaceo)

Genere: New adult, romanzo contemporaneo

Voto: 4.5/5

Trama: Francisca Lopez è un angelo nero impossibile da conquistare: nel suo passato c’è dolore, violenza subìta e inflitta, c’è la delinquenza e c’è il carcere. E c’è un solo uomo, Marcus. Con lui ha condiviso la parte più oscura di sé.
Ma ora Marcus se n’è andato, ha scelto di seguire Penny, la dolce ragazza dalle ciocche pastello per la quale ha deciso di cambiare vita, e Francisca deve costruirsi una nuova identità.
Per farlo, sceglie Amherst, la città di Emily Dickinson, perché la poesia è stata la sua segreta ancora di salvezza. Se poi all’università il corso di poesia contemporanea è tenuto da Byron Lord, un professore giovane, seducente e con un nome decisamente profetico, affascinato dai suoi “occhi di petrolio”, la vita di Francisca può davvero sperare in una svolta.
Tra i due nasce uno strano e delicato rapporto: una tenera alchimia d’amore che rischia a ogni momento di essere spazzata via dai segreti di entrambi e dalle tante fragilità di Francisca. Una storia destinata a incrociarsi con la nuova vita dell’indimenticato Marcus e della rivale Penny, in un finale dolcemente inaspettato.

Se leggendo “Tentare di non amarti” avete provato antipatia verso la ragazza storica di Marcus… beh, in questo romanzo dovrete ricredervi. La protagonista è proprio lei.

Francisca Lopez è una cattiva ragazza: ha passato gli ultimi anni della sua giovane vita (ha 25 anni) rinchiusa in carcere, a causa di favoreggiamento in omicidio. Nel suo passato c’è violenza, fatta e subita, c’è cattiveria, egoismo, ma anche amore: quello possessivo, non altruista, ma legato al sesso. Ha sempre e solo amato Marcus, perchè ha solo conosciuto lui, il ragazzo cattivo come lei, con un passato problematico come il suo.

Ora che Marcus è uscito dalla sua vita, Fran decide di prendere in mano la sua esistenza e di “levare le tende”. Dopo esser stata scarcerata, vive per un certo periodo a casa del suo assistente sociale, ma la sua innata indipendenza la spinge a lasciare quella casa e a trasferirsi in una nuova cittadina per frequentare il college: sceglie Amherst, la città di Emily Dickinson, perché la poesia, quando era rinchiusa, è stata la sua ancora di salvezza.

Il primo giorno di università, fuori dal corso di poesia, si imbatte in un ragazzo dai capelli lunghi, che sembra il batterista di una band… entrando in aula, però, scopre che lo stesso ragazzo è in realtà il suo professore.

Lord Byron – nome profetico per la nostra protagonista – è affascinante, intelligente, altruista. La sua facciata da rocker nasconde un animo nobile come il suo nome. Tra i due scatta una scintilla, ma la nostra bella e dannata Francisca farà di tutto per non lasciarsi, ancora una volta, intrappolare dai suoi sentimenti.

Pensa di aver amato solo un uomo nella sua vita, per questo non crede più nell’amore ma si rifugia nel sesso. Così una sera Francisca si ritrova a casa di Byron e accade… i due fanno sesso, ma quando si risvegliano capiscono – senza volerlo ammettere inizialmente – che non era solo pulsione sessuale, era amore.

Se pensate di vedere una Francisca cambiata in questo romanzo, vi sbagliate di grosso. Lei rimane la bad girl dal cuore infranto, che vuole solo infrangere quello degli altri; odia il mondo, odia la sua vita e vive per inerzia; è sempre sulla difensiva, ma la relazione con Byron la porterà a mettere in discussione tutto. A lasciar entrare nel suo cuore altri sentimenti.

Indubbiamente ho amato anche questo romanzo: la penna di Amabile è pazzesca. Come per il precedente romanzo, ha creato due personaggi non stereotipati che ho adorato, sopratutto perché erano così imperfetti da risultare perfetti. Mi è piaciuta anche la scelta di far apparire nuovamente Penny e Marcus, che hanno aiutato Francisca a chiudere il cerchio della sua vecchia vita, per iniziarne una nuova.

E poi mi bacia, cucina per me, mi accarezza i capelli e mi stringe la mano. E fa l’amore con me, non contro il mondo.

Due romanzi che consiglio di non lasciarsi sfuggire, per passare delle ore con il batticuore e le farfalle dello stomaco… sensazioni che non bastano mai a noi lettrici romance!

xoxo,

Gina.