Come vi avevo anticipato, ho passato lo scorso weekend nella nostra Capitale: ROMA.

Sono partita da Milano con il Frecciarossa sabato scorso (28 aprile) per passare 4 giorni nel “museo a cielo aperto” che tutti ci invidiano.

Non essendo una travel blogger vi elencherò cosa, io e il mio ragazzo, abbiamo visitato e vi darò qualche consiglio, semplicemente da viaggiatrice “non esperta”, su come e cosa visitare a Roma.

Se volete saperne di più, continuate a leggere 🙂

Considerando che è stata la mia prima volta a Roma, ero un po’ spaesata… ma il mio ragazzo è stato bravissimo a organizzare ogni mattino l’itinerario da seguire, e io sono stata bravissima a stare al passo! 🙂

Primo consiglio: scarpe comode, da ginnastica e quindi ammortizzate.

Non fate il mio errore indossando le Allstar!!! Preparatevi, sia psicologicamente che fisicamente, a dover camminare per chilometri e chilometri. Pur essendoci i mezzi – come bus o metro – non potrete sempre spostarvi con loro perchè, se seguirete un itinerario ben preciso, vi converrà camminare per raggiungere ogni meta. A Roma le metro sono soltanto 2 e non vi porteranno esattamente “davanti” a ciò che volete visitare, quindi… gambe in spalla!

Secondo consiglio: armatevi di mappa e guida illustrata, oltre che dell’app di Google Maps sul cellulare e powerbank di scorta.

Avere una mappa vecchio stile, se sapete orientarvi, è già una buona cosa. Se invece, come la sottoscritta, siete in grado di perdervi anche in un supermercato, Google Maps può esservi di grande aiuto! Vi consiglio, inoltre, di portarvi dietro una guida illustrata, come ad esempio quella di National Geographic perchè – se deciderete di visitare la città per conto vostro e, quindi, senza guida fisica – potrete trovare info, spiegazioni e curiosità su ciò che state guardando proprio in quel momento.

Cliccando qui potete vedere (e acquistare) la guida che ho usato io.

Ovviamente, se userete tanto il vostro cellulare (sia come navigatore che come macchina fotografia) potrebbe scaricarsi a metà pomeriggio, quindi armatevi di powerbank (batteria esterna) per non rimanere senza smartphone! Io e il mio ragazzo pregavamo che la batteria reggesse fino alla sera, attivando il risparmio energetico.

Terzo consiglio: occhiali da sole, cappello e/o bandana e mooolteee bottigliette d’acqua.

Potrebbe sembrarvi una banalità ma, se visitate Roma in primavera/estate, dovrete assolutamente ripararvi occhi e testa perchè probabilmente potrete fare delle lunghe file sotto al sole. Io ho passato una giornata intera con 30 gradi e mi sono scottata fronte e naso. Un’altra cosa da fare (forse ovvia) è fare scorta di H2O: portatevene dietro minimo un paio di bottigliette, una volta finite potrete riempirle nelle molte fontanelle che troverete per Roma. L’acqua è potabile, quindi niente paura!

Ma passiamo alla ciccia: cosa guardare a Roma, se è la prima volta che visitate questa città?

Io vi suggerirei di visitare i “Must See” della Capitale, tralasciando tutto ciò che è più fuori mano rispetto al centro storico, per una seconda vacanza a Roma.

Qui di seguito vi riporto il mio itinerario, partendo dalla zona della stazione Termini – dove ho alloggiato in un affittacamera molto carino e pulito (tralasciando la zona, però) che si chiamava Termini Guest House.

PARTENZA: STAZIONE TERMINI

Partire dalla stazione dei treni è comodo in quanto vi sono tutte le partenze dei mezzi pubblici: metro, bus, taxi e anche “Hop On – Hop Off”, cioè i pullman turistici a due piani.

BASILICA DI SANTA MARIA MAGGIORE

Raggiungibile a circa cinque minuti di cammino dalla stazione Termini, è una delle quattro basiliche papali di Roma.

BASILICA DI SAN GIOVANNI IN LATERANO

Questa è la basilica che più mi ha affascinata. E’ imponente e poetica. Di fronte a questa basilica lo scorso 1^ maggio c’è stato il concerto annuale per questa festività.

PALATINO – FORI ROMANI – COLOSSEO 

Vi consiglio di acquistare i biglietti “Salta fila”. Fuori dal Colosseo ci sono molti ragazzi e ragazze che offrono la possibilità di visitare Palatino-Fori-Colosseo con visita guidata per la cifra di € 30,00… e non è una fregatura! Io e Francesco abbiamo deciso di provarci e siamo rimasti piacevolmente sorpresi: vi dico solo che la fila per entrare nel Colosseo è durata 30 secondi!

CHIESA SAN PIETRO IN VINCOLI & MOSE’ DI MICHELANGELO

Non potete perdervi la meravigliosa scultura marmorea alta circa 2 metri e mezzo di Michelangelo – “Mosè” – creata. La chiesa di trova nel rione Monti, sul colle Oppio.

ALTARE DELLA PATRIA & MILITE IGNOTO

Meraviglioso e da pelle d’oca! Il monumento nazionale a Vittorio Emanuele II si trova in piazza Venezia, sul versante settentrionale del colle del Campidoglio. Qui si trova la tomba del “Milite Ignoto”, che rappresenta tutti i caduti e i dispersi in guerra italiani: è sorvegliata 24 ore su 24 da due militari (di diversi Corpi delle Forze Armate italiane) che si danno il cambio ogni 2 ore, se non ricordo male.

MUSEI CAPITOLINI & LA LUPA

Da visitare assolutamente. Si trova a 10 minuti a piedi dal Colosseo, più precisamente al Campidoglio. Vi consiglio di acquistare prima i biglietti per, ovviamente, evitare la fila alle casse: io li ho acquistati su questo sito. Tra le tante opere presenti, potrete ammirare la famosa “Lupa”.

CIRCO MASSIMO & BOCCA DELLA VERITA’

Antico circo romano, ora è un’immensa distesa verde con alberi, situato nella valle tra il Palatino e l’Aventino. Oggi il Circo Massimo è scelto spesso come sede per grandi eventi come concerti, spettacoli, giubilei e manifestazioni. Non distante si trova “La Bocca della Verità”, un antico mascherone in marmo murato in una parete della chiesa di Santa Maria in Cosmedin. La foto di rito da fare è quella con la propria mano all’interno della bocca, ma preparatevi ad una lunga fila per farla (io ho evitato e sono riuscita a fare una foto a questa maschera dall’esterno).

FONTANA DI TREVI

Lanciate le monete della fontana di Trevi, è tradizione! Una per tornare a Roma, due per trovare l’amore della propria vita e tre per sposarsi. Indovinate quante ne ho lanciate io? 😉

PHANTEON

Purtroppo l’ho potuto ammirare solo dall’esterno perchè vi era una fila per entrarci minimo che durava un paio di ore. Sicuramente la prossima volta che andrò a Roma, la fila la farò 🙂

PIAZZA DI SPAGNA & SCALINATA DELLA TRINITA’ DEI MONTI

Che ve lo dico a fare? Per me questa piazza è stata la cosa più bella e instagrammabile, naturalmente, che ho visto a Roma! Con la sua scalinata e “La barcaccia” è forse uno dei posti più famosi per i turisti. Sono rimasta lì per quasi un’ora e non volevo andarmene… sarà stata la maglietta che indossavo quel giorno – la t-shirt di Bershka con scritto Freelance influencer – che spronava i turisti a farsi fare da me una foto… a me, però, poteva farla solo Fra, ahah, ma ci ho infilato una foto con il mio romanzo 😉

PIAZZA DEL POPOLO & TERRAZZA DEL PINCIO

La vista dalla terrazza è stata meravigliosa! Ci sono arrivata quasi al tramonto, quindi vedere il sole che spariva lentamente sullo sfondo di tutta Roma è stato bellissimo. La piazza è posta al vertice di un triangolo di vie – via del Babuino, via del Corso e via di Ripetta – ed è detto “Il Tridente”. Si raggiunge tranquillamente con la metro e vi si accede tramite un’enorme e antica porta, la Porta Flaminia delle Mura Aureliane.

________________________

DOVE MANGIARE?

A mezzogiorno vi consiglio un panino o una focaccia al volo, ma per la cena cercate le trattorie così potrete assaggiare piatti tipici di Roma come i bucatini all’ amatriciana, i bombolotti alla gricia, i carciofi alla romana, la coda alla vaccinara e i salti in bocca alla romana.

Vi suggerisco due deliziose trattorie, non costose, in cui abbiamo mangiato molto bene:

  • TRATTORIA AL GRAN SASSO – Via di Ripetta 32, una delle vie di Piazza del Popolo.

Ed ecco terminato l’articolo dedicato alle mie “vacanze romane”. Ribadisco che non sono una travel blogger, quindi questo post l’ho scritto semplicemente da turista fai-da-te (Aya-ya-ya-ya-yayyy!)

Visitate Roma, ne vale davvero la pena. Tutto il mondo, potremmo azzardare a dire che, è nato da questa stupenda città!

xoxo,

Gina.

Rate this post