Review party “Tutti i colori del cielo” di Angela Contini.

Questo è il primo review party a cui partecipo con il mio blog e sono molto contenta, sopratutto perchè il libro che vi recensirò è l’ultima fatica letteraria della mia amica e guru Angela Contini dal titolo “Tutti i colori del cielo”.

Vi lascio il calendario delle tappe, così se volete potete dare un occhio alle altre recensioni, ma prima…
leggete la mia! 😉

Titolo: Tutti i colori del cielo

Serie: Del cielo / Vermont #4

Autore: Angela Contini

Pagine: 288

Edizione: Newton Compton Editori

ISBN: 9788822726155

Prezzo: € 12,00 (cartaceo)

Genere: Romanzo rosa / contemporary romance

Voto: 5/5

Trama: Liam Morgan è un giovane falegname dall’aspetto prestante, all’apparenza tutto d’un pezzo, ma che nasconde delle inaspettate debolezze: ha mille ansie e mille fobie che gli fanno fare, il più delle volte, delle pessime figure. Jane Labelle è una ragazza inglese scappata da Londra con la sorella minore, per nascondersi da un passato di violenza che l’ha segnata profondamente e spera di rifarsi una vita a Pretty Creek. L’incontro fra Liam e Jane non è dei più romantici. Lei lo travolge, letteralmente, distruggendogli il cellulare nuovo di zecca, prima di scappare via. Ma il destino ci mette lo zampino e, quando si ritrova a condividere con Liam lo stesso piano del palazzo in cui abita, le cose sembrano mettersi piuttosto male. Ma forse sarà l’inizio di qualcosa di nuovo per entrambi, qualcosa che aiuterà Jane a liberarsi dei fantasmi del passato e a non avere paura del futuro. Un futuro nel quale c’è posto solo per Liam.

Ogni volta che leggo un romanzo di Angela, penso: “Cavolo, questo è più bello del precedente!”, perchè la sua penna è inconfondibile, romantica, graffiante e indimenticabile.
Penserete io sia di parte, dato che Angy è mia amica e mi aiuta spesso con i miei scritti, ma se chiedete ad altre blogger che hanno letto i suoi romanzi, sicuramente la penseranno come me.

“Tutti i colori del cielo” è il quarto romanzo della serie “Del cielo”; siamo sempre a Pretty Creek, cittadina pittoresca in Vermont che ormai conosciamo e abbiamo iniziato ad amare, e faremo la conoscenza più approfondita di Liam Morgan – fratello di Mackenzie del precedente romanzo, “Tutto l’infinito del cielo” – e di Jane Labelle – ragazza inglese, trasferitasi con la sorella minore negli USA.

Come spesso accade, la loro storia inizia con uno scontro. Letteralmente.

Mentre Liam si trova in aeroporto, si scontra con due giovani ragazze e una delle due gli fa volare a terra il telefono, distruggendolo. Il ns. protagonista rimane sotto shock e le due ragazze scappano, scusandosi frettolosamente. Liam, ormai senza smartphone, tenta in tutti i modi di rintracciare “la criminale”, ma senza risultato… finché non si ritrova come vicine di casa, proprio le due ragazze dell’aeroporto: Jane e Charlotte.

E’ stata Jane, la sorella maggiore, a rompere il cellulare di Liam, così quest’ultimo – usando il poco tatto che lo contraddistingue –  arriverà quasi a stalkerizzarla per richiederle un risarcimento danni.

Lo ricordo eccome. L’aeroporto. Tu che mi travolgi come una furia. Il cellulare in mille pezzi sul pavimento. Tu che scappi. Io che ti inseguo. E poi ti ritrovo come vicina di casa. E’ stato il destino. Ti ho incontrata perché dovevamo arrivare a questo.

Se all’inizio il rapporto tra i due sembra peggiorare di giorno in giorno, vista la non simpatia che nutrono l’uno per l’altra, il fato ci mette lo zampino: Charlotte perde accidentalmente il diario della sorella e viene ritrovato proprio da Liam. Quest’ultimo, incuriosito perché non vi è il nome del proprietario, inizia a sfogliarlo e a leggerlo… finché nell’ultima pagina capirà che il diario è stato scritto proprio da Jane, la ragazza che gli ha distrutto il telefono e per la quale non prova stima è, in realtà, una ragazza che ha un passato violento alle spalle.

Tra tutti quelli che potevano trovare questo diario, l’ho trovato proprio io, il tizio che hai incontrato in aeroporto, quello che si è scoperto essere il tuo vicino di casa. Non lo so… forse era destino che ci incontrassimo, che diventassimo amici, che condividessimo questo.

Liam, nonostante l’aspetto, la stazza e le sue innumerevoli fobie – vi dico solo che ha paura dei ragni! – ha un cuore enorme ed è incline ad affezionarsi a chi ha subìto violenze o soprusi. Forse per questo sente nascere in lui un sentimento che non aveva mai provato fino a quel momento, proprio per la ragazza che come una furia distruttrice è piombata nella sua vita, la quale si sente fragile ma che non immagina di essere diventata forte.

Esiste davvero un’unità che misura la distanza temporale tra il niente e il principio dell’amore? Io penso che ci si innamori e basta. A volte basta uno sguardo, a volte serve una vita. In ogni caso, non è una scelta.

Assisteremo alla nascita della storia d’amore tra i due in modo breve, ma intenso, con un doppio POV alternato dei protagonisti e un terzo POV – quello della sorella di Jane, Charlotte – che io ho adorato… tanto che ho chiesto ad Angela se il quinto capitolo di questa serie sarebbe stato su questa ragazzina cazzuta. Non vi svelerò la sua risposta, ma sappiate già che adoro!

Concludendo, sulle note di Ed Sheeran (ci sono molti rimandi alle canzoni di quest’ultimo), questo romanzo parla di speranza, amore puro e forza interiore. Per la prima volta Angela ci narra del dolore fisico, oltre che emotivo. Conoscendo l’autrice e avendo parlato molto spesso con lei, mi ha sempre detto che non prediligeva le storie di violenza perché la facevano star male (al contrario di me, che sono masochista!), ma questa volta si è messa in gioco e ha parlato della violenza sulle donne con tatto e semplicità, rimarcando la forza del genere femminile e dando speranza a chi ha avuto una terribile esperienza di questo genere, perché non ci si deve abbattere, non ci si deve annullare a causa di un uomo, siamo noi la nostra forza e non dobbiamo mollare mai!

Non c’è nulla che ti salvi quanto l’amore. Non esiste niente che l’amore non possa guarire. Forse serviranno del tempo, infinita pazienza, la capacità di accettare le cose, ma alla fine, esisterà un’unica direzione possibile: quella della salvezza. La mia, dai mostri sotto il letto.

Un romanzo fresco, romantico al punto giusto e impeccabile nello stile. Se volete leggere un romance non scontato, con il giusto mix di ironia, dramma e passione, ogni romanzo scritto dalle mani di Angela Contini è quello giusto per voi!

Attendo il prossimo capitolo della serie “Del cielo”, nonostante Angela continui a dire che sarà l’ultimo, ma noi non ci crediamo e attenderemo… la n**e (non posso fare spoiler, eheh!)

Prima di salutarvi, vi lascio l’intero calendario del Review Party:

12 Febbraio 2019
Libri e altri disastri
Bookaholic Made for books
Crazy for Romance
La testa fra i libri

13 Febbraio 2019
Sognando tra le righe
Live and read blog
Chronicles of a bookaholic
Lettrice sfuggente

14 Febbraio 2019
Starlight Book’s
Persa in mondi fantastici
Diario di blog
Meet your book
Le cercatrici di libri

15 Febbraio 2019
MM e dintorni
Esmeralda viaggi e libri
ITSGINELLE
Tre gatte tra i libri
Cronache di lettrici accanite.

E per ultimo, qui di seguito il link di affiliazione Amazon per l’acquisto e… buona lettura!

CLICK!

xoxo,

Gina.

_________

N.b. Il banner del review party è mio. Qui la mia pagina Facebook.