Best of 2017 – books edition. #varieedeventuali

Settimana scorsa vi avevo elencato i film, le serie tv e i drama koreani che ho amato durante il 2017 – se vi siete persi il mio articolo cliccate qui!
Oggi, invece, vi voglio parlare delle letture che più mi hanno soddisfatta lo scorso anno. Non ho letto moltissimo – perchè sono andata in fissa con i kdrama (come ormai saprete) – ma ci sono alcuni romanzi che veramente ho amato e di conseguenza divorato.

Volete sapere quali sono? Continuate a leggere 🙂

Best of 2017 – movies & tvseries edition. #varieedeventuali

In questo post ho raggruppato i migliori film, serie tv e kdrama che ho visto nel 2017. Settimana prossima farò anche il post dedicato alle migliori letture dell’anno appena concluso, nonostante io non abbia letto molto perchè sono stata risucchiata dal mondo kdrama 🙂

Vi lascio ai best of 2017 – movies & tvseries edition – e attenzione perchè questo post sarà più lungo del solito 😉

“The Greatest Showman”: sulla scia di “La La Land”, un nuovo film musical!

Se avevo iniziato il 2017 con un film musical – ossia “La La Land” – ho terminato il 2017 con un’altro film musical dal titolo “The Greatest Showman”.

Visto il giorno d’uscita, il 25 dicembre, lo considero il mio film di Natale. Io non amo i cinepanettoni (anzi diciamo che li odio e li trovo una perdita di soldi) e ogni Natale cerco un film che diventi il “mio film di Natale” e di solito cade la scelta su un film Disney, ma quest’anno ho scelto la magia del musical e il fascino del circo.

Con un cast vario e azzeccato, da Michelle Williams (vi ricordate Jen di “Dawson’s Creek”? Beh, la ragazza ha fatto strada!) a Hugh Jackman (ormai ha abbandonato gli artigli di Wolverine), passando per Zac Efron (ha bisogno di presentazione?!), arrivando a Zendaya (star della Disney, classe 1996) e concludendo con Rebecca Ferguson (protagonista del film “La ragazza del treno”).

“The greatest showman” personalmente l’ho definito un mix tra “La La Land” e “Moulin Rouge” e se volete conoscere il perchè di questo mio paragone, continuate a leggere!

“Mad. Nessun limite” di Chloé Esposito – recensione.

Ho letto questo romanzo avendo una grande aspettativa. La cover italiana mi aveva affascinata, come la trama… ma, a lettura conclusa, sono rimasta delusa.

Non mi sento di bocciarlo totalmente, perchè per il primo terzo di lettura ero esaltata, ma dopo…

se volete sapere cosa non mi è piaciuto di “Mad. Nessun limite” scritto dalla italo-americana Chloé Esposito, continuate a leggere!

“Assassinio sull’Orient Express”: dal film del 1974 al remake del 2017.

Non sono un’amante dei gialli, sopratutto dei romanzi. Può capitare io guardi film o serie tv a tema mistery, ma non mi sono mai addentrata nella lettura di libri di questo genere… anche se ultimamente sto cercando di rimediare 🙂

Agatha Christie è considerata tutt’ora la “giallista” per eccellenza, “La signora del giallo”: ha scritto innumerevoli opere tra cui la bellezza di 66 romanzi gialli da cui sono stati tratti molti film.

“Assassinio sull’Orient Express” (1934) forse è il più famoso dei suoi scritti e il primo film vide la luce sul grande schermo nel 1974, con alla regia Sidney Lumet e protagonista Albert Finney; oggi è stato creato il remake di questo film con regista e attore protagonista Kenneth Branagh. Io sono andata a vederlo al cinema e, non avendo ne letto il romanzo ne visto il film precedente, posso dire di esserne rimasta piacevolmente colpita; un film con la F maiuscola che credo potrà piacere a tutti, da chi ha vissuto il film degli anni ’70 a chi, come me, non l’ha mai visto.

Se volete saperne di più sul film con protagonisti oltre a Kenneth Branagh, Johnny Depp, Penelope Cruz, Michelle Pfeiffer e Judi Dench, continuate a leggere!

“Goblin”: un kdrama che mi ha fatta sentire sulle montagne russe!

Ho appena terminato di guardare il mio 18esimo drama koreano e… sono innamorata! Questo drama mi è piaciuto immediatamente, anche solamente dalla sigla.

“Goblin” è una montagna russa, mi ha fatto provare un sacco di emozioni: ho vissuto alcune scene in apnea, altre con il batticuore ed altre ancora con un grande sorriso sul viso. Le ultime 4 puntate sono state le più emozionanti che ho visto sin’ora in un kdrama, e ammetto di aver pianto come una fontana! A visione terminata posso dire che – mi ripeterò, ma – entra nell’Olimpo non solo dei kdrama più belli, ma anche delle serie tv più belle.

Se volete conoscere “Goblin” e i suoi personaggi, continuate a leggere!

Le 5 app di cui io non posso fare a meno! #varieedeventuali

Ho da qualche giorno cambiato telefono. Avevo un iPhone 6 nero ed ora ho acquistato un iPhone 8 bianco, trovato in offerta per il WE del Black Friday.

Quando ho passato tutto il contenuto dal mio vecchio smartphone a quello nuovo, ho notato che il mio interesse era rivolto più per le app che per le foto (salvando io sempre le foto sul pc, se dovessi perderle/cancellarle non mi farei problemi!) e quindi mi è venuta l’idea di parlarvi delle 5 app di cui io non posso fare a meno, le 5 migliori per me che voglio avere sempre sul mio telefono.

Volete sapere quali sono, e se sono le stesse “importanti” per voi?

Continuate a leggere 🙂

“Kill Me, Heal Me” & “Secret”: due kdrama con due protagonisti fenomenali!

Se mi seguite da qualche tempo sia sul blog che sui vari social, avrete capito la mia nuova fissa per i kdrama (drama coreani), ossia per le serie tv made in Corea del sud. C’è ancora un grande pregiudizio nei confronti di queste tv series, ma da brava telefilm addicted ho dato una chance a questo prodotto e… me ne sono innamorata!

Ho già parlato qui sul blog di alcuni drama che ho guardato – potete leggere i miei post dedicati cliccando qui – e oggi voglio parlarvi di due drama che ho visto ultimamente. Sono di due generi diversi, ma hanno in comune gli attori protagonisti che sono F E N O M E N A L I.

Sto parlando di “Kill Me, Heal Me” & “Secret”, entrambi con il meraviglioso Ji Sung e la stupenda Hwang Jung-eum.

“L’amuleto d’ambra” di Diana Gabaldon – recensione.

Ho iniziato a leggere questo seguito circa un anno dopo aver letto “La straniera”, il romanzo di apertura della saga di “Outlander” di Diana Gabaldon – ve ne avevo parlato qui e qui. Sapevo fin dall’inizio che sarebbe stato la prima parte del secondo romanzo, in quanto “L’amuleto d’ambra” continuerà con “Il ritorno”, mentre la versione originale è in un unico volume dal titolo “Drangonfly in Amber”.

Come successe dopo la visione della serie tv – che sto constatando è fedelissima ai romanzi – la lettura di “L’amuleto d’ambra” non mi ha entusiasmata e se volete sapere il perchè, continuate a leggere 🙂

“Cool As Ice” #noideglianni90

Mi è venuta in mente una nuova rubrica, che non avrà cadenza mensile ma casuale… altrimenti non riuscirei ad aggiornarla. Forse non avrà senso per voi, ma per me sì 🙂

Essendo nata nel 1987, ho vissuto gli anni ’90 e molte delle mode, dei giochi, dei film, delle serie tv, della musica, ecc. ha lasciato il segno nel mio animo da bambina/adolescente.

Questa rubrica si chiamerà “Noi degli anni ’90” e per questo primo post vi voglio parlare del film “Cool as Ice”, con protagonista il rapper bianco e politicamente corretto – quindi nulla a vedere con il grande Eminem – Vanilla Ice.