“Oltre l’infinito”, Angela Contini – recensione.

Vi avevo parlato poco tempo fa dei primi 2 capitoli di questa trilogia sci-fi nata dalla meravigliosa penna di Angela Contini. La “Hunted Series” – edita dalla CE Newton Compton – è composta da “Universi sconosciuti”, da “Polvere di stelle” e da quest’ultimo capitolo dal titolo “Oltre l’infinito”.

Passiamo dal POV alternato dei protagonisti principali Abby & Kevan a quello dei secondari Jay & Dakota (la quale è stata anche voce narrante di qualche capitolo dei primi due romanzi): conoscerete così i Jakota e verrete a scoprire l’epilogo di questa bellissima storia aliena.

Se siete curiosi di sapere come andrà a finire per i ns. ibridi e alieni, continuate a leggere!

Titolo: Oltre l’infinito

Serie: Hunted Series #3

Autore: Angela Contini

Pagine: 256

Edizione: Newton Compton Editori

ISBN: 9788822726933

Prezzo: € 1,99 (eBook)

Genere: Sci-fi / urban fantasy

Voto: 5/5

Trama: È passato parecchio tempo dall’ultima volta che Dakota ha visto Jay, l’ibrido che genera il fuoco. Dopo aver combattuto fianco a fianco, condividendo ben più della lotta, l’aliena, che oramai si era rassegnata a perderlo per sempre dopo aver realizzato di amarlo, non si aspetta di rivederlo.
Quando accade, chiamati entrambi per compiere una nuova missione contro antichi e nuovi nemici, entrambi si rendono conto di non essersi affatto dimenticati. La passione è quella di sempre, l’antipatia anche, ma stavolta Dakota non è disposta a concedere più nulla a Jay e Jay non è disposto a cedere al desiderio di favola dell’aliena. Fino a quando un evento inaspettato non metterà in pericolo la vita di Dakota. 
L’ombra del nemico, questa volta umano, è spietata, e in un groviglio di eventi in cui Dakota e Jay rischieranno il tutto per tutto, anche il loro rapporto subirà drastici cambiamenti, che li porteranno a cambiare radicalmente il punto di vista sul loro complicato rapporto.

Dopo aver conosciuto Abby & Kevan nei primi due capitoli di questa trilogia, venendo a conoscenza dell’esistenza degli alieni e degli ibridi che vivono in segreto tra gli umani, per concludere quest’avventura Angela ha deciso di spostare la nostra attenzione sulla coppia/noncoppia Dakota & Jay, rendendo così principale chi era stato finora secondario.

Avevo già percepito qualcosa nel secondo romanzo e avevo una muta speranza che potesse sbocciare l’amore tra i due (io spero sempre che ci sia la storia d’amore, anche mentre guardo una pubblicità, eheh!) e Angela mi ha accontentata.

Se i primi due capitoli di questa serie avevano visto la luce precedentemente in self, questo romanzo è stato del tutto inedito – sia per chi aveva già letto i romanzi prima di essere pubblicati dalla Newton, sia per chi, come me, non sapeva cosa aspettarsi – e direi che Angela, come sempre, ha colpito nel segno!

Dakota e Jay si odiano. Hanno passato una notte di sesso per sfogare tutto il rancore che portavano dentro di loro. Ma è stato solo questo: sesso.

O così credevano.

Non potrebbero essere, quindi, più diversi di così: lei aliena, lui ibrido, lei fiera e algida, lui testardo e strafottente. Eppure hanno qualcosa che li unisce: il fuoco. Nelle vene di entrambi scorre il fuoco e quel fuoco potrebbe bruciarli.

Nel bene o nel male? Sta a voi scoprirlo…

Ci siamo detestati troppo per non volerci tanto. L’ho odiato troppo, per non amarlo allo stesso modo.

Quando si sono conosciuti non hanno provato che disprezzo l’uno per l’altra, appartenevano a due razze diverse, no? Sono partiti dalle frecciatine, passando per gli insulti, arrivando anche alle mani. Eppure il loro rapporto, nato quasi naturalmente, non poteva che tramutarsi e diventare qualcosa di forte, da cui entrambi hanno iniziato a dipendere.

Dalla fine di “Polvere di stelle”, la strada di Jay e Dakota si è divisa: entrambi avevano il cuore spezzato, con la differenza che uno ha scelto di scappare, mentre l’altra ha scelto di chiudersi in se stessa, ma di restare.

Lui non pensava a lei. Lei non pensava a lui.
Giusto?
Sbagliato.

In questo momento non sono la Dakota soldato, fredda e sfuggente. Sono l’altra Dakota, quella che ha assaggiato una scintilla di libertà tra le braccia del ragazzo di fuoco e ora non può più farne a meno.

Dopo mesi Dakota ritroverà Jay, tornato in città per fronteggiare l’ennesimo pericolo alieno e tenterà con tutte le forze di ricominciare a odiarlo: in fin dei conti è il piromane che ha preferito abbandonarla piuttosto che combattere il dolore della perdita insieme a lei.

Dall’altra parte Jay non vuole provare nulla, vuole continuare a vivere ciò che gli resta della sua patetica vita solitaria senza nessuno al suo fianco, tantomeno la bellissima e fiera aliena dai capelli rossi.

Si scontrano, si insultano, ma sanno nel profondo che si stanno innamorando… o forse già lo sono, l’uno dell’altra.

Voglio lei, voglio lei e nessun’altra e non posso perderla. Se devo andare all’inferno, lo farò; se devo arrivare oltre l’infinito per riaverla, ci arriverò.

Quando Dakota viene scelta per infiltrarsi nel covo nel nemico, Jay non prenderà bene questa scelta quindi tenterà in tutti in modi di andare con lei, essere al suo fianco per proteggerla perché ormai, nonostante abbia combattuto con se stesso, nel suo cuore è sbocciato un sentimento, qualcosa di nuovo che lo terrorizza, ma al tempo stesso lo esalta… vuole Dakota e questo lo porterà a dover mettere in discussione la sua natura, la sua visione della vita, tentando tutti i modi per salvarla.

Ho amato tanto questo romanzo, è quello che mi ha emozionata di più dell’intera trilogia. Per una volta ho preferito la seconda coppia a quella principale, nonostante io abbia amato l’ironia di Ebby – che ci viene a trovare tra un capitolo e l’altro – e la passione di Kevan.

Angela ha dato vita a una coppia indimenticabile, perfettamente imperfetta, affascinante, sensuale e vera, con i difetti che rendono ogni persona unica. I dialoghi, come sempre, sono stati brillanti, romantici e ironici.

Se conoscete la scrittura della Contini, sapete che non si focalizza sulle parti riguardanti il sesso, ma in quest’ultimo suo romanzo è riuscita a creare una tensione sessuale molto più hot di una scena (di sesso) raccontata esplicitamente.

Jay è stato come un temporale improvviso nella mia vita, uno di quelli che pensi non ti coglierà impreparato se esci quando le nuvole si stanno ancora addensando. Poi, però, le nubi arrivano più in fretta del previsto e ti ritrovi fradicia. Ti dici che è colpa tua se sei troppo stupida da non aver pensato di prendere almeno un ombrello.

Insomma, non mi stancherò mai di elogiare Angela. Ogni suo romanzo mi arriva dritto al cuore ed entra di diritto nella lista dei miei preferiti, quindi vi consiglio – se ancora non l’avete fatto – di recuperare i suoi romanzi perché è strepitosa!

Oltre l’infinito – link affiliazione Amazon.

xoxo,

Gina.

2 Replies to ““Oltre l’infinito”, Angela Contini – recensione.”

  1. Angela Contini dice:

    Meravigliosa. Grazie di cuore!

    1. Grazie a te per questi meravigliosi romanzi <3

I commenti sono stati chiusi.