Una nuova serie tv che mi tiene incollata allo schermo: 9-1-1.


Recensioni, Telefilm Addicted / sabato, febbraio 10th, 2018

Ultimamente sono stata risucchiata dal mondo kdrama, quindi ho lasciato indietro nuove serie tv che arrivano dall’America o dal Regno Unito. Delle serie tv che sto seguendo da anni – come ad esempio “Grey’s Anatomy”, “This is Us”, “How to get away with murder” – non mi perdo neanche una puntata, ma ultimamente non ne inizio di nuove. Un’eccezione però è stata “9-1-1” che solo dal trailer mi aveva immediatamente catturata!

Se volete saperne di più su questo nuovo telefilm statunitense a metà tra “Grey’s Anatomy” e “Chicago Fire” – oltre che su un bel pezzo di ragazzo tra i protagonisti…

continuate a leggere! 😉

E’ iniziata lo scorso 3 gennaio 2018 una nuova serie tv FOX dal titolo “9-1-1”, composta da 13 episodi.

Il numero telefonico 911 negli USA è il numero per le emergenze/ di pronto intervento che si digita quando ci si trova in pericolo, a causa di un incidente, un incendio, una rapina, ecc. All’altro capo del telefono ci sono i centralisti del pronto intervento che provvedono ad avvisare la polizia, l’ambulanza o i pompieri.

In questo “procedural drama” ci viene raccontata la vita dei soccorritori di Los Angeles, poliziotti, paramedici, vigili del fuoco e centralinisti del pronto intervento. Si tratta di uomini e donne impegnati ogni giorno nel salvare la vita di uomini e donne come loro.

Tra i protagonisti troviamo Abby Clark, la centralinista del 911, che è single e vive con la madre malata. Ha appena chiuso una relazione burrascosa e si ritrova a dover vivere solo per il suo lavoro, finchè durante un’emergenza di rapimento in una villa nono conoscerà “telefonicamente” un giovane vigile del fuoco, Evan “Buck” Buckley, il quale è spericolato, sexy e molto attratto da tutto il genere femminile. Conosceremo anche la poliziotta Athena Grant, la quale si trova in un periodo molto strano del suo matrimonio in quanto il marito, Michael Grant, le ha ammesso di essere omosessuale; Bobby Nash, invece, è un pompiere che ha perso moglie e figli in un incendio e vive da solo, combattendo con il suo alcolismo. Vedremo la vita anche di Henrietta Wilson, una vigile del fuoco gay che vive con la moglie; Howie Han, pompiere e paramedico di origini coreane (!!) che, dopo un grave incidente in cui rimane coinvolto, viene lasciato dalla bella e spocchiosa fidanzata.

Ogni puntata varia da 40 a 43 minuti, e si apre immediatamente con un’emergenza: passiamo da una montagna russa bloccata a testa in giù ad un ammaraggio di un aereo, da una rapina con rapimento in una villa sino ad un neonato gettato in un tubo di scarico… queste sono solo alcune delle emergenze a cui assistiamo nelle prime puntate.

Il bel pezzo di ragazzo, di cui vi accennavo prima, è il personaggio Evan “Buck” Buckley interpretato da Oliver Stark che vi ruberà il cuore… oltre che molto altro! Io dopo averlo visto dopo soli 5 minuti me ne sono innamorata e dalla terza puntata partirà immediatamente una ship… ma non posso dirvi con chi 😉

Insomma una serie tv che ha del potenziale e spero che possa diventare qualcosa di maledettamente epico come lo è “Grey’s Anatomy”!

xoxo,

Gina

 

Rate this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*