“L’amuleto d’ambra” di Diana Gabaldon – recensione.

Ho iniziato a leggere questo seguito circa un anno dopo aver letto “La straniera”, il romanzo di apertura della saga di “Outlander” di Diana Gabaldon – ve ne avevo parlato qui e qui. Sapevo fin dall’inizio che sarebbe stato la prima parte del secondo romanzo, in quanto “L’amuleto d’ambra” continuerà con “Il ritorno”, mentre la versione originale è in un unico volume dal titolo “Drangonfly in Amber”.

Come successe dopo la visione della serie tv – che sto constatando è fedelissima ai romanzi – la lettura di “L’amuleto d’ambra” non mi ha entusiasmata e se volete sapere il perchè, continuate a leggere 🙂

Titolo: L’amuleto d’ambra
Serie: La saga di Claire Randall #2
Autore: Diana Gabaldon
Pagine: 
Edizione: TEA
ISBN: 
Prezzo: 
Genere: Storico / fantasy / rosa
Voto: 3.5/5

Trama: Scozia, 1945. Claire Randall, infermiera militare, attraversa un antico cerchio di pietre e si trova proiettata indietro nel tempo, nell’anno del Signore 1743, in un mondo radicalmente diverso. Stati Uniti, 1968: per vent’anni Claire ha mantenuto il suo segreto ma ora, divenuta vedova, torna con la figlia a Craigh na Dun, in Scozia. In quel luogo fatato svelerà il mistero della sua vita e racconterà a Brianna, una splendida ragazza dai capelli rossi, la magia di quel cerchio di pietre, un amore che trascende i confini del tempo e la storia di James Fraser, un guerriero scozzese che l’aveva conquistata al punto da farle abbandonare la propria epoca e mettere in gioco la propria identità. Ed è proprio nel tentativo di ritrovare Jamie che Claire si ritufferà nelle vertigini di un passato che l’aveva portata fino alla corte di Versailles per provare a cambiare il corso della Storia. Ma la strada è lunga, e piena di sorprese e imprevisti…

Nonostante io abbia dato solo 3,5 punti (o stelline) su 5, non posso non continuare ad amare questa saga. E’ una delle serie più intriganti, originali ed appassionate che io abbia mai letto; essendo formata da un sacco di volumi (ad oggi ne sono stati pubblicati 14), ci metterò abbastanza tempo a concluderla però lo farò. *fighting*

Ritroviamo i nostri amati protagonisti divisi: Claire è in America, più precisamente a Boston, mentre Jamie sta vivendo il suo destino in Scozia.

Ma cosa ha portato alla divisione dei ns. due amati?

Dopo un veloce flash-forward di qualche capitolo, torniamo al presente del romanzo. Jamie e Claire, dopo esser riusciti a tornare insieme dopo la bruttissima esperienza a causa di Jack Randall, si trovano a dover affrontare un viaggio verso la Francia del ‘700 regnata da Luigi XV. I due dovranno cercare di salvare la Scozia – grazie a ciò che Claire sa dalla storia – evitando così la sanguinosa battaglia di Culloden. Viviamo così la quotidianità dei protagonisti, mentre cercano di cambiare il corso degli eventi.

Il romanzo scorre così, tra la vita di ogni giorno, gli intrighi a corte, la tragicità di alcuni eventi e l’ironia che contraddistingue le conversazioni di Jamie e Claire. Naturalmente non mancano i momenti di intimità tra i due – Claire è incinta – che danno il tocco inconfondibile dell’autrice all’amore che i due provano l’uno per l’altra.

Sangue del mio sangue e ossa delle mie ossa. Mi porti dentro di te, Claire, e non puoi lasciarmi ormai, non importa quello che accadrà. Sei mia, sempre, che tu lo voglia o no, che tu mi voglia o no. Mia e non ti lascerò andare.

A differenza del romanzo di apertura, in questo ci viene raccontata di più la parte “teorica”, lasciando in secondo piano la storia d’amore dei due. Forse per questo l’ho trovato più lento, ma non per questo abbandonerò la saga.

La scrittura della Gabaldon è sempre originale, romantica e passionale. Amo le sue descrizioni e la caratterizzazioni di ogni personaggio, i quali sono sempre veri.

Sicuramente, come ho detto prima, andrò avanti nella lettura di tutta la saga quindi aspettatevi altre recensioni!

xoxo,

Gina.

Rate this post
Precedente Cool As Ice. #noideglianni90 Successivo "Kill Me, Heal Me" & "Secret": due kdrama con due protagonisti fenomenali!

Lascia un commento

*