Crea sito

“Joker”, Joaquin Phoenix ci regala un villain spettacolare!

Di tutti gli attori che negli anni hanno portato sul grande (e piccolo) schermo il vero antagonista sfuggente e complesso dell’universo di Batman, quello che è rimasto nel cuore è stato sicuramente l’indimenticato Heath Ledger. Quindi, creare un film dedicato proprio alla figura di Joker è stata una sfida. Sfida accolta da Joaquin Phoenix e portata a termine egregiamente.

Nel film “Joker” entriamo in empatia con Arthur Fleck, attore comico fallito e ignorato dalla società di Gotham City, che pian piano a causa di soprusi e bugie sfocerà nel cattivo che tutti conosciamo e temiamo.

Se volete saperne di più sull’interpretazione spettacolare di Phoenix, continuate a leggere!

Titolo originale: Joker

Titolo italiano: Joker

Regia di: Todd Phillips

Distribuzione: Warner Bros Italia

Uscita italiana: 3 ottobre 2019

Cast: Joaquin Phoenix, Robert De Niro, Zazie Beetz, Frances Conroy e Brett Cullen.

Trama: Arthur Fleck vive con l’anziana madre in un palazzone fatiscente e sbarca il lunario facendo pubblicità per la strada travestito da clown, in attesa di avere il giusto materiale per realizzare il desiderio di fare il comico. La sua vita, però, è una tragedia: ignorato, calpestato, bullizzato, preso in giro da da chiunque, ha sviluppato un tic nervoso che lo fa ridere a sproposito incontrollabilmente, rendendolo inquietante e allontanando ulteriormente da lui ogni possibile relazione sociale. Ma un giorno Arthur non ce la fa più e reagisce violentemente, pistola alla mano. Mentre la polizia di Gotham City dà la caccia al clown killer, la popolazione lo elegge a eroe metropolitano, simbolo della rivolta degli oppressi contro l’arroganza dei ricchi. (Fonte)

Arthur Fleck è un comico mancato che sin da piccolo è stato spinto dalla propria madre a essere felice, ma sopratutto a far ridere la gente. Arthur è un sociopatico con problemi psicologici che deve prendersi cura della madre, anch’essa con problemi mentali.
Arthur ride: lo fa quando in realtà non c’è nulla da ridere. La sua risata è tutto tranne che allegra, è un’esternazione di dolore, dolore che nessuno comprende. Lui non viene capito e incassa colpi su colpi, insulti su insulti, finché decide di ribellarsi… e lo farà nel peggiore dei modi.

Pensavo che la mia vita fosse una tragedia, ma ora mi rendo conto che è una commedia.

Questo film può essere definito come prequel: prima di Batman, prima di Arkham, prima, a Gotham, c’era lui: il principe dei cattivi, Joker. In questo film comprendiamo ciò che ha portato quest’uomo a diventare colui che tutti conosciamo; in questo film ci troviamo dalla parte di Arthur Fleck e ci scopriamo essere in empatia con il cattivo. Non possiamo biasimarlo, ma solo giustificarlo.

Con moltissime citazioni da film famosi come “Taxi driver” a omaggi ad altre pellicole o personaggi, come lo stesso Batman – potete vederli riassunti in questo video – in queste due ore di film veniamo presi per mano e accompagnati nella mente della persona Arthur e del personaggio Joker, corriamo con lui, ridiamo e ci disperiamo con lui.

Spero che la mia morte abbia più senso della mia vita.

Joaquin Phoenix è stato semplicemente perfetto: dalla mimica facciale alla risata, dalla “famosa” corsa alle movenze “ballerine” sulle note di Frank Sinastra & Gary Glitter. Ha dato una sfaccettatura triste, complessa, enigmatica, affascinante al cattivo di Gotham per eccellenza.

Questo film è una piccola chicca che si discosta da tutte le pellicole create per regalare al cinema un eroe o villain di un fumetto. “Joker” potrebbe semplicemente essere un film incentrato sulla psicologia di un futuro killer ed è questo che conferisce una marcia in più alla pellicola e alla storia.

Io non amo il cinema dedicato agli eroi o supereroi, quindi mi piacerebbe che d’ora in avanti questo tipo di cinema seguisse le orme del regista Todd Phillips e usasse come metro di paragone la recitazione di Joaquin Phoenix, che – secondo me – si meriterebbe l’Oscar.

Non ho spostato lo sguardo dal grande schermo neanche per un secondo durante la visione, ho provato dispiacere per il protagonista e sono rimasta colpita dall’interpretazione di Phoenix che io ricordavo solo come lo str***o Commodo nel pluripremiato “Il gladiatore”.

Un film che sicuramente acquisterò in blueray appena uscirà e che è entrato nella mia (chilometrica) lista di film preferiti di sempre.

Voi l’avete visto? Andrete a vederlo?

xoxo,
Gina.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.