“Il campione”, un professore insegna i veri valori a un calciatore problematico.

Spesso non guardo film made in Italy. Di solito è il mio ragazzo a chiedermi di guardare un film italiano, ma questa volta è stata mia la scelta di andare a vedere questo film: “Il campione” con Stefano Accorsi e Andrea Carpenzano.

Un film da cui mi aspettavo molto poco, ma che mi incuriosiva… a visione terminata posso dire che è stato ben fatto e mi è davvero piaciuto.

Se volete conoscere la storia, come dice il titolo di questo post, di un professore che insegna i veri valori a un calciatore problematico, continuate a leggere 🙂

Titolo originale: Il campione

Regia di: Leonardo D’Agostini

Distribuzione: 01 Distribution

Uscita italiana: 18 aprile 2019

Cast: Stefano Accorsi, Andrea Carpenzano.

Trama: Christian Ferro sembra avere tutto dalla vita: vent’anni, vive in una villa, possiede molte Lamborghini, ha una fidanzata influencer, migliaia di fan e un contratto multimilionario con la AS Roma. La sua brillante carriera di attaccante viene messa a rischio dal suo carattere e dalla bravate, sia fuori che dentro al campo. Il campione è cresciuto in un quartiere periferico della Capitale e ha alle spalle anni di degrado, un padre assente e una madre scomparsa presto. Non c’è personal trainer, psicologo o life coach che tenga: Christian continua a comportarsi come un asociale, coperto dall’impunità che accompagna quei campioni cui il pubblico perdona tutto. A questo punto il presidente della Roma decide di far affrontare a Christian l’esame di maturità, per inculcargli un po’ di disciplina e migliorarne la reputazione. Al fine di preparare il ragazzo all’esame il presidente ingaggia Valerio Fioretti, un professore di liceo che dà lezioni private dopo aver lasciato l’insegnamento in classe. Valerio non sa nemmeno chi sia il ragazzo e accetta l’incarico a fronte di un compenso mensile che è tre volte il suo ex stipendio… ma anche lui ha qualche esame esistenziale da superare. (Fonte: qui.)

“Il campione” è la storia di un giovane calciatore della AS Roma – Christian Ferro – che ha tutto nella vita, ma ha anche perso molto: prima di tutto i valori. Tra feste, alcool, furti fatti per gioco e sfacciataggine, nonostante sia il bomber della squadra e venga osannato da tutti nella Capitale, ha bisogno di ritornare in careggiata e può farlo iniziando a prendere la Maturità.

Così il presidente della Roma decide di dare un taglio a tutto: vuole trovare un insegnante che riesca a dare lezioni al ragazzo e che lo porti all’esame finale.

Christian incontra Valerio: quest’ultimo, inizialmente viene denigrato dal ragazzo, ma il prof non si demoralizza e inizia il loro percorso insieme. Quando Christian non passa il primo esame, il presidente della squadra lo mette in panchina e sarà proprio la rabbia per non aver potuto giocare a calcio, l’unica cosa che lui riesce a fare veramente bene nella sua vita, che lo porterà a impegnarsi un po’ di più.

Pian piano il rapporto allievo-insegnante diventerà amicizia e Valerio porterà il giovane campione a riscoprire i valori della vita, a capire i suoi sbagli e a dare un senso alla sua carriera… ma anche il ragazzo aiuterà il professore a capire i suoi sbagli del passato e a tentare di mettere in chiaro il suo presente, dopo una tragedia famigliare che l’ha colpito.

Un film dinamico e moderno, che potrebbe essere definito come una pellicola di formazione. Nonostante la bravura di Accorsi, che tutti sappiamo essere un ottimo attore, è stata l’interpretazione del giovane Andrea Carpenzano il punto focale di tutto il film. Molto bravo nell’impersonare un ragazzo giovane e problematico di Roma, senza renderlo “macchietta” o coatto. Ho trovato la sceneggiatura buona e i dialoghi intelligenti, ma anche ironici e profondi.

Un bel sport-movie che alla base ha qualcosa di americano, ma che andando avanti resta italiano a 100%.

Consigliato se avete voglia di guardare un film leggero, ma intenso, con due belle interpretazione che – nonostante la storia sia stata già vista in altri film – hanno dato un pizzico di particolarità e verità in più.

E voi l’andrete a vedere? Se invece l’avete visto, cosa ne pensate?

xoxo,

Gina.

__________

Credits:
Video Youtube Italia –
Immagini Google Italia.

Rate this post