Sinceramente non sapevo di cosa parlare oggi. Sono immersa nell’editing del mio romanzo che prestissimo sarà disponibile su Amazon (ve ne parlerò in specifico poco prima della pubblicazione!), quindi ho il cervello in pappa!

Guardando la mia libreria e ho pensato: “Perchè non parlare di uno dei miei romanzi preferiti?”, quindi ecco la recensione di “Grande amore” di Ann Brashares.

Titolo: Grande Amore
Autore: Ann Brashares
Pagine: 298
Edizione: Tascabili Newton
ISBN: 9788854131125
Prezzo: € 6,90
Genere: Romance
Voto: 5/5
Trama: Daniel ha attraversato gli oceani del tempo per trovare Sophia. La “memoria”, la capacità di ricordare la sua vita passata, è per lui un dono ma anche una maledizione. Ora Sophia è Lucy, una studentessa liceale, e non crede a una sola parola di ciò che le dice Daniel: le sembra impossibile che nelle loro precedenti vite si siano amati e poi siano stati separati da una crudele forza misteriosa. Ma Daniel sa che loro due sono stati insieme: in Asia Minore nel 552, nell’Inghilterra del 1918, e poi in Virginia nel 1972. Brevi, fugaci attimi di passione che la morte ha sempre brutalmente spezzato. Anche oggi le loro anime si stanno cercando, e ancora una volta quella misteriosa forza è pronta a separarli. Un’avventura romantica che si snoda attraverso i secoli per abbracciare non una ma tante vite, inseguendo l’unico, vero, grande amore.

Vista la mia sfacciata propensione verso il romanticismo, questo ”viaggio nel tempo scandito dai battiti del cuore” è stato davvero un’appassionante lettura. Ho ricevuto il libro tramite uno scambiolibri anni e anni fa, e diciamo che sono andata un po’ alla cieca nell’accettare questo romanzo. Conoscendo questa autrice solo grazie ai film tratti dal suo “Quattro amiche e un paio di jeans” che non mi ha fatto impazzire, pensavo di non rimanerne soddisfatta ed invece… ho amato le vicende di Daniel e Lucy.

Non c’è forza su questa Terra né distanza temporale
che mi terrà lontano da te.

Il nostro protagonista è Daniel. Lui ha un dono: possiede “la memoria”, quindi è in grado di ricordare tutte le sue vite passate, infatti è morto innumerevoli volte. Lui è nato attorno al 500 D.C. e ci porta con lui attraverso i secoli, fino all’incontro con un’anima con cui ha stretto una relazione tanto passionale, quanto struggente.

Daniel e la sua “anima gemella” – è proprio il caso di dirlo – si incontreranno molte volte, in volte parti del mondo, in molti secoli e si ameranno. Sempre. Infatti il nostro protagonista, oltre a ricordare tutte le sue vite, ricorda lei. La sua lei è Sophia, che poi incontrerà come Constance ed infine come Lucy.
Oggi Lucy è una studentessa americana e quando Daniel la incontra tra i banchi di scuola immediatamente la riconosce, non riesce a trattenersi. Le racconta tutto, addirittura la bacia, e lei spaventata scappa via.
Quando Lucy sarà vicina alla laurea e, dopo aver incontrato una veggente la quale le rivelerà dei particolari della propria vita che non poteva sapere, parlandole di una certa Constance e di Daniel, lei, incuriosita, partirà per l’Inghilterra sulle tracce di Constance, cioè la se stessa nella vita passata… e ritroverà Daniel. Oltre al suo grande
amore però ci sarà una presenza malvagia che, fin da secoli prima, ha sempre fatto di tutto per dividere i due amanti.

L’intenso romanzo è narrato sia dal punto di vista di Lucy/Sophia che racconterà il presente, sia da quello di Daniel che narrerà ciò che successe nel passato e metterà in luce

la tragicità del loro “grande amore”.

Questo romanzo a tratti mi ha ricordato “L’uomo che viaggiava nel tempo” (il mio romanzo preferitissimo!) e sul finale un po’ anche “Romeo e Giulietta”. La scrittura è scorrevole, vivida e colma di passione romantica. Un’autrice del “mio genere”, romantica al punto giusto, drammatica al punto giusto.

Ama chi ami mentre è con te. Non puoi fare altro. Lascialo andare quando devi. Se sai come amare, non scapperai mai.

Il finale prevede un cliffhanger che fa intendere che ci sarà un secondo romanzo… il quale però non è ancora arrivato.

I diritti cinematografici sono stati venduti, “My name is Memory” potrebbe diventare un film… quando ancora non si sa, come si può notare dalla pagina di IMDb.

Attendendo sia il sequel che il film, vorrei leggere i vostri pareri su questo romanzo se l’avete letto. Se invece non l’avete fatto, dopo questa mia mini-recensione pensate di recuperare la lettura?

Se volete acquistare il romanzo, potete cliccare qui!

xoxo,

Gina.

Rate this post