Crea sito

Entrate anche voi nel tunnel dei BTS! #music

Sono entrata in questo tunnel a 300 km/h. E continuo a correre ad alta velocità, non mi fermo.

Sapete il mio amore per i kdrama, quindi l’arrivo anche alla kmusic è stato naturale. Quello che non è naturale è il modo in cui mi sono innamorata di questo giovane gruppo.

Se volete conoscere i BTS (in coreano Bangtan Sonyeondan), conosciuti anche come Bangtan Boys, continuate a leggere!

I BTS sono un gruppo musicale sudcoreano formatosi a Seul nel 2013. Inizialmente di stampo hip-hop, andando avanti la loro musica ha abbracciato diversi genere. I testi delle loro canzoni esplora tempi diversi, dai problemi scolastici alla società, dall’amore all’amicizia, dalla salute mentale alla scoperta di se stessi e dell’amore verso se stessi. Include, inoltre, riferimenti alla letteratura, alla psicologia e ad un universo alternativo.
Il gruppo è composto da RM, Jin, Suga, J-Hope, Park Ji-min, V e Jung-kook, tutti ragazzi nati negli anni Novanta (il più grande è classe 1992, mentre il più piccolo – detto “Maknae” – è del ’97).

Io li ho scoperti da poco tempo, da quando la loro hit “Boy with luv” in collabs con Halsey ha conquistato le radio italiane, ma la loro discografia ha 7 anni di hit.
Di seguito vi lascio le canzoni che, ascoltate per la prima volta, mi sono entrate in testa e non vogliono abbandonarla.

FAKE LOVE
Ho la suoneria di questa canzone. Ascoltandola capirete perché.

IDOL
La coreografia è pazzesca.

BLOOD SWEAT & TEARS
Molto sexy… vedere per credere!

DNA
Top.

SPRING DAY
Questa canzone mi ha fatto piangere.

EUPHORIA
Canzone di JK, il mio bias (cioè componente preferito. Esatto, ne ho uno anche io!)

BLACK SWAN
Prima loro esibizione di questa canzone negli USA.

Seppur molto giovani, il loro talento è pari se non superiore a molti artisti che calcano lo show biz da anni. Sono rimasta affascinata dalle 7 differenti personalità di questi ragazzi che, uno diverso dall’altro, mi mescolano e amalgamano in maniera impeccabile.

A tratti mi hanno ricordato i Backstreet boys degli anni ’90 (e ve lo dice una loro fan da 23 anni!) ed è forse questo uno dei motivi per cui, a 33 anni, ho perso la testa per loro tanto da voler andare a uno dei prossimi concerti in Europa del gruppo (purtroppo qui in Italia non c’è ancora una possibilità di vederli dal vivo.)

Se volete conoscere nel dettaglio la loro storia vi rimando alla pagina Wikipedia dedicata a loro.

xoxo,

Gina.